Archivio per ottobre, 2014

Presentazione: GALA COX di Raffaella Fenoglio

Cari Amici Lettori,

oggi vi voglio segnalare un romanzo d’esordio che merita davvero la nostra attenzione!

 

10620745_10152556932658881_3158099599802192817_n

Gala Cox Gloucestershire ha quindici anni e frequenta il liceo artistico. Ha un carattere indeciso, un’intelligenza fuori dal comune e la passione per le materie tecniche. E non sta affrontando un bel momento: ha appena perso la sua migliore amica, Nadia, in un terribile incidente dai risvolti misteriosi e suo padre se n’è andato di casa senza una ragione apparente. Ora Gala vive con la mamma Orietta, medium scostante e autoritaria, e alcuni spiriti vaganti tra i quali l’indiano Matunaaga e la monaca benedettina Ildegarda di Bingen. Gala crede di sapere tutto sull’aldilà, fino a quando non inizia a frugare nello studio del padre alla ricerca di una traccia che le permetta di ritrovarlo. Qui, una scoperta casuale le aprirà le porte di un mondo prima sconosciuto, catapultandola in una pericolosa realtà parallela. In un graduale e inesorabile susseguirsi di avvenimenti e scoperte, Gala vedrà crollare le proprie certezze una ad una. L’amore per le persone a lei care la spingerà a intraprendere una lotta che la renderà una ragazza più fprte, molto più di quanto abbia mai potuto immaginare.

Raffaella Fenoglio è nata a Sanremo, vive a Vallebona con il marito. il figlio, il cane Steel e i due pesci rossi Indie e Pendent. Con alcune amiche ha fondato l’associazione P.E.N.E.L.O.P.E., impegnata sul territorio nell’educazione di genere e nella lotta al femminicidio. E’ la blogger di Tre civette sul como’ e tiene una rubrica sulla rivista Bluecult.it intitolata Non sono zuccherosa. Rilegge molte volte gli stessi libri ed è stonata, ama la pizza, le trattorie e  i quotidiani cartacei. E’ rete-dipendente, allergica alle pesche e ai gatti, ama i viaggi in treno. Colore preferito? Tutti!

 

A breve pubblicherò la recensione; la lettura è già iniziata e ci sono tutti i presupposti per un grande romanzo fantasy!

Buon fine settimana a tutti e buona lettura, qualsiasi essa sia!

Raminga

Annunci

La strada di Cormac McCarthy

Cari Amici Lettori,

questa sera vi voglio parlare di un libro che mi ha colpito profondamente e al quale ripenso spesso, nonostante siano passati diversi mesi dalla sua lettura. La mia opinione è sicuramente influenzata dall’adattamento cinematografico The Road diretto da John Hillcoat e che vede come protagonista Viggo Mortensen. Questo è uno dei rari casi in cui il film è all’altezza del libro: coglie perfettamente l’atmosfera cupa e angosciante del racconto e le sue immagini mi hanno accompagnato durante tutta la lettura del romanzo.

download-5

Un uomo e un bambino, padre e figlio, senza nome. Spingono un carrello, pieno del poco che è rimasto.

Morte. Desolazione. Buio. Freddo. Fame. Pioggia. Cenere. Questo è ciò che rimane del mondo..

Un uomo e suo figlio camminano verso la costa, aggrappati ad una speranza che va spegnendosi lungo il cammino. Non ci sono più favole da raccontare, solo angoscia per la fine che si avvicina. Una pistola pronta a sparare per difendersi, ma anche per uccidere il proprio figlio prima che venga preso e mangiato da altri. Un bambino aggrappato all’idea che possa esserci ancora della bontà nei pochi uomini rimasti al mondo. La disperazione di un padre che vuole salvare il proprio figlio e dargli ancora speranza.

Una prosa magistrale, descrizioni accurate, incisive, forti, crude. Pochi brevi dialoghi che ho trovato, nella loro apparente semplicità, di una potenza incredibile, di un realismo disarmante.

La strada ha vinto il Premio Pulitzer per la narrativa nel 2007. Sarebbe riduttivo e forviante parlare di genere “post apocalittico” perché si tenderebbe ad immaginare un romanzo di fantascienza; in realtà in primo piano ci sono l’amore e la lotta per la sopravvivenza.

Una lettura scorrevole, ma emotivamente impegnativa per chi riesce a cogliere l’essenza di questo romanzo.

Auguro a tutti voi una buona serata, magari in compagnia di un bel libro!

A presto,

Raminga

Pam di Alberto Lettieri

Cari Amici Lettori,

la recensione di oggi è dedicata al romanzo d’esordio di Alberto Lettieri, edito da Nativi Digitali Edizioni.

copertinaPam800x600

 

Roma, giorni nostri. Trenta lettere spietate e corrosive che testimoniano le riflessioni del protagonista, vittima di un amore travolgente e sempre più critico verso l’umanità in generale.

 

30 lettere ammassate una sopra l’altra, accartocciate in un armadio a due ante di colore grigio veleno.

Il modo più diretto per rendersi ridicoli.

Il modo più diretto per aprirsi alla morte.

Destinazione Pam.

 

Quali parole usare per descrivere questo romanzo? Crudo, intenso, autentico, diretto.

Ne sono rimasta folgorata sin dalle prime pagine: sofferenza, delusione, speranza perduta, vuoto, solitudine. E il cuore che calpesta la razionalità, l’orgoglio e l’amore per se stessi, prima di tutto. Sono dovuta arrivare all’ultima pagina per rendermi conto che conoscevo i pensieri più profondi dell’autore di queste lettere, ma non il suo nome. Ho pensato che mi fosse sfuggito; poi ho capito che non era importante. Alcune di queste lettere avrei potuto firmarle anch’io all’epoca dei miei 17 anni; un’età così piena, intensa, ma anche sofferta. I giovani di oggi letti dai giovani di un tempo; sembriamo così diversi, ma non lo siamo affatto. Il finale è inaspettato; l’epilogo scritto da un’altra mano…

Alberto Lettieri ha la rara capacità di saper esprimere emozioni contrastanti, stati d’animo e pensieri in modo chiaro, lucido, disarmante, usando parole forse poco “eleganti” per chi non è adolescente oggi, ma perfette e lapidarie. 

Consiglio questa lettura a tutti, giovani e meno giovani. 

Se volete sapere di più sull’autore, leggere un estratto gratuito, guardare il booktrailer o acquistare il libro, vi lascio il link: http://www.natividigitaliedizioni.it/prodotto/pam-alberto-lettieri/

Spazio Novità: pericolo, follia e acchiappafantasmi!

Cari Amici Lettori,

in questa soleggiata domenica di ottobre, ho pensato di scegliere e presentarvi tre novità editoriali molto diverse tra loro.

 

download

Una serie di catastrofi naturali si è abbattuta su alcune città sparse per il mondo. Tutti sono convinti che si tratti di una tragica coincidenza. Solo in dodici conoscono la verità. Dodici prescelti che hanno atteso questo giorno per diecimila anni. Mentre l’umanità era ignara della minaccia che gravava sulla Terra, loro si preparavano alla sfida. Generazione dopo generazione, hanno affinato le proprie capacità fìsiche e intellettive, diventando raffinati strateghi e assassini infallibili, maestri dell’inganno e acuti osservatori. E adesso devono mettere in pratica ciò che hanno imparato: quelle catastrofi infatti sono il segnale che dà inizio alla caccia. Per ognuno di loro, è arrivato il momento di partire alla ricerca della Chiave, l’unico oggetto in grado di fermare l’apocalisse. Chi la troverà per primo, avrà salva la vita. Gli altri saranno condannati. Perché questo è Endgame. Un gioco letale in cui non ci sono regole. Un gioco in cui sopravvive solo il più abile. Un gioco da cui dipende il destino di tutti noi. Endgame è reale. Endgame è ovunque. Endgame è iniziato.

C’è un grosso progetto in ballo che vede come protagonista Endgame; si parla di un film, di un videogame e addirittura di una reale caccia al tesoro con indizi disseminati in internet e nel mondo reale. 

 

9788830438064_la_dea_delle_piccole_vittorie

Ottobre 1980, Princeton: una giovane archivista, Anna Roth, riceve l’incarico di recuperare tutti i documenti di Kurt Gödel, il più affascinante ed ermetico matematico del ventesimo secolo. Per farlo deve avvicinare la vedova del grande genio, morto da due anni, un’anziana e spigolosa signora che sembra voler mettere in atto una sorta di vendetta tardiva nei confronti dell’establishment accademico rifiutandosi di cedere un archivio dal valore storico e scientifico incommensurabile.
Fin dal primo incontro, Adele Gödel si mostra diffidente nei confronti di Anna eppure non la respinge. Si limita a imporle le proprie regole. Perché Adele sa che le resta poco da vivere ma c’è una storia che vuole assolutamente raccontare, una storia che nessuno ha mai voluto ascoltare. Dal grande fermento culturale della Vienna anni Trenta alla Princeton nell’immediato dopoguerra, dal maccartismo all’avvento delle armi nucleari, Anna scopre la vita di una donna che ha a lungo caparbiamente cercato un impossibile equilibrio fra genio, amore e follia.

Questa seconda proposta è il romanzo d’esordio di Yannick Grannec, designer con una grande passione per la matematica e che, con questo romanzo, ha vinto il Premio dei Librai francesi 2013.

 

Lockwood-La-scala-urlante-Jonathan-Stroud

Da più di cinquantanni, Londra è scossa da quello che i suoi abitanti chiamano genericamente “Il Problema”, ovvero un’epidemia di fantasmi che ha infestato tutta l’Inghilterra. Gli unici a poter vedere, sentire e combattere gli spiriti maligni sono i ragazzini, arruolati nelle numerose agenzie di acchiappafantasmi. Armati di spade d’argento, bombe di sale, limatura di ferro e Fuoco Greco, questi ghostbuster bambini devono affrontare le più terribili infestazioni. Ed è proprio alla ricerca di un lavoro che Lucy Carlyle, una giovane e talentuosa agente, si reca nella capitale, ma finisce per essere assunta dall’agenzia più piccola e sgangherata di tutte. Nonostante la guida dell’affascinante e carismatico Anthony, la Lockwood & Co. è sull’orlo del fallimento. Per salvarla c’è solo una possibilità, accettare un incarico molto speciale. Peccato che preveda di trascorrere la notte nella casa più infestata d’Inghilterra e nessuna garanzia di uscirne vivi.

In merito a questa terza proposta, vi basti sapere che l’autore, Jonathan Stround, è il creatore della trilogia di Bartimeus quindi, per gli amanti del genere, occhi aperti!

Durante il mese di ottobre vi presenterò altre novità interessanti, cercando di spaziare il più possibile per andare incontro ai gusti di tutti.

Intanto vi auguro buona lettura, qualsiasi essa sia!

Raminga

Ricettari: Dolci Dolomiti di Athesia Editore

Cari Amici Lettori,

come vi avevo anticipato nella mia pagina Facebook, oggi vi voglio presentare un ricettario che ha come protagonisti i DOLCI!

514RqDK4nKL._SY300_

In queste 634 pagine sono presentate più di 1000 ricette anticipate da una vera e propria enciclopedia dove si parla di ingredienti, tecniche e strumenti oltre che da una sezione dedicata alle ricette di base dove tutte le tecniche sono spiegate nel dettaglio con foto, disegni e tabelle riassuntive. In queste prime due sezioni troverete di tutto e di più: la preparazione delle masse (pan di spagna, pasta viennese, massa per rotoli, massa per cialde, masse spumose) e degli impasti (pasta frolla, pasta sfoglia con tutte le varianti, pasta lievitata, pasta plunder, pasta choux, pasta per strudel), glasse, sciroppi, gelatine, coperture e ripieni.

Si passa poi alle ricette vere e proprie, dove ciascuna sezione è preceduta da spiegazioni particolareggiate e trucchi del mestiere (es. come porzionare una torta, come glassarla, i diversi modi per tagliare e presentare un rotolo, il momento più adatto per gustare i vari tipi di dolci e la loro conservazione, ecc…): torte, dessert, dolci e fritti sudtirolesi, pane, dolci e pasticceria natalizia, praline e decorazioni, bevande (calde, fredde, succhi, liquori, grappe).

I libri della Casa Editrice Athesia sono graficamente bellissimi, è piacevole anche solo sfogliarli!

wpid-1412958729560.jpg

Vi segnalo anche “Cucinare nelle Dolomiti” (libro fantastico che vi presenterò più avanti) e la Collana “Gustare il Sudtirolo”, composta da tanti libri a tema di circa 80 pagine ciascuno.

Non ci resta che cucinare!

Buon fine settimana a tutti!

Raminga

Viaggio nel mondo delle Trilogie 1

Cari Amici Lettori, chi ha girato nel mio neonato blog sa che sono appassionata di saghe e trilogie quindi voglio dedicare un post ad alcuni titoli interessanti.

Hunger Games: Hunger games – La ragazza di fuoco – Il canto della rivolta di Suzanne Collins

 

wpid-hunger-game-saga-.jpg.jpeg

Quando Katniss urla “Mi offro volontaria, mi offro volontaria come tributo!” sa di aver appena firmato la sua condanna a morte. È il giorno dell’estrazione dei partecipanti agli Hunger Games, un reality show organizzato ogni anno da Capitol City con una sola regola: uccidi o muori. Ognuno dei Distretti deve sorteggiare un ragazzo e una ragazza tra i 12 e i 18 anni che verrà gettato nell’Arena a combattere fino alla morte. Ne sopravvive uno solo, il più bravo, il più forte, ma anche quello che si conquista il pubblico, gli sponsor, l’audience. Katniss appartiene al Distretto 12, quello dei minatori, quello che gli Hunger Games li ha vinti solo due volte in 73 edizioni, e sa di aver poche possibilità di farcela. Ma si è offerta al posto di sua sorella minore e farà di tutto per tornare da lei. Da quando è nata ha lottato per vivere e lo farà anche questa volta. Nella sua squadra c’è anche Peeta, un ragazzo gentile che però non ha la stoffa per farcela. Lui è determinato a mantenere integri i propri sentimenti e dichiara davanti alle telecamere di essere innamorato di Katniss. Ma negli Hunger Games non esistono gli amici, non esistono gli affetti, non c’è spazio per l’amore. Bisogna saper scegliere e, soprattutto, per vincere bisogna saper perdere, rinunciare a tutto ciò che ti rende Uomo.

Ho letto questa trilogia tutta d’un fiato dopo aver visto il film del primo capitolo. Sicuramente in ritardo rispetto ai tempi in cui è uscito il primo volume, me la sono gustata senza interruzioni o attese. Non è facile trovare una trilogia che tenga alta l’attenzione del lettore fino alla fine; di solito il primo capitolo “fa il botto” e gli altri vivono  di rendita. Così non è stato per Hunger Games; non lo ritengo un capolavoro, ma indubbiamente una lettura appassionante che coinvolge fino alla fine della saga. Lo consiglio davvero a chi ama il genere.

 

Trilogia di Tatiana e Alexander: Il cavaliere d’invero – Tatiana & Alexander – Il giardino d’estate di Paullina Simons

wpid-wp-1412767924335.jpeg

Leningrado, 1941. In una tranquilla sera d’estate Tatiana e Dasha, sorelle ma soprattutto grandi amiche, si stanno confidando i segreti del cuore, quando alla radio il generale Molotov annuncia che la Germania ha invaso la Russia. Uscita per fare scorta di cibo, Tatiana incontra Alexander, un giovane ufficiale dell’Armata Rossa che parla russo con un lieve accento. Tra loro scatta suvbito un’attrazione reciproca e irresistibile. Ma è un amore impossibile, che potrebbe distruggerli entrambi. Mentre un implacabile inverno e l’assedio nazista stringono la città in una morsa, riducendola allo stremo, Tatiana e Alexander trarranno la forza per affrontare mille avversità e sacrifici proprio dal legame segreto che li unisce.

Al contrario di quanto accaduto per la trilogia precedente, vi consiglio caldamente la lettura del primo volume, vi suggerisco quella del secondo e vi sconsiglio la lettura del terzo. “Il cavaliere d’inverno” è da leggere: una storia d’amore autentico vissuta tra le mille difficoltà della guerra e della povertà più totale. Due personaggi la cui psicologia è delineata nei minimi particolari; li vedi davanti a te mentre leggi questo romanzo; riesci quasi a toccare con mano l’angoscia che provano quando la morte si fa sempre più vicina e la disperazione li porta a fare ciò che non sembra possibile. Il resto della trilogia invece non è così coinvolgente; direi che il terzo volume è da dimenticare. Lo si legge per la curiosità di sapere cosa succederà a Tatiana e Alexander, ma io ho trovato alcune parti davvero assurde. Preferisco fermarmi qui per non dare anticipazioni, ma ribadisco che il primo volume vale la pena di essere letto!

La trilogia delle gemme: Red – Blue – Green di Kerstin Gier

wpid-v6ama6f.jpg

Per l’amica Leslie, Gwendolyn è una ragazza fortunata: quanti possono dire di abitare in un palazzo antico nel cuore di Londra, pieno di saloni, quadri e passaggi segreti? E quanti, fra gli studenti della Saint Lennox High School, possono vantare una famiglia altrettanto speciale, che da una generazione all’altra si tramanda poteri misteriosi? Eppure Gwen non ne è affatto convinta. Da quando, a causa della morte del padre, si è trasferita con la mamma e i fratelli in quella casa, la sua vita le sembra sensibilmente peggiorata. La nonna, Lady Arisa, comanda tutti a bacchetta con piglio da nobildonna e con l’aiuto dell’inquietante maggiordomo Mr Bernhard, e zia Glenda considera lei, Gwen, una ragazzina superficiale e certamente non all’altezza del nome dei Montrose. E poi c’è Charlotte, sua cugina: capelli rossi, aggraziata, bravissima a scuola e con un sorriso da Monna Lisa. È lei la prescelta, colei che dalla nascita è stata addestrata per il grande giorno in cui compirà il primo salto nel passato. Charlotte si dà un sacco di arie, ma Gwen proprio non la invidia: sa bene che si tratta di una missione pericolosissima non solo per la sua famiglia ma per l’umanità intera, e da cui potrebbe non esserci ritorno. E non importa se Charlotte non viaggerà sola ma sarà accompagnata da un altro prescelto, Gideon de Villiers, occhi verdi e sorriso sprezzante… Gwen non vorrebbe davvero trovarsi al suo posto. Per nulla al mondo…

Ho letto solo il primo volume di questa trilogia. Avevo trovato in internet recensioni molto positive, ma io, ad oggi, non sento il bisogno impellente di leggere il seguito. L’idea dei viaggi nel tempo, così come strutturata nel primo romanzo, è molto originale; la storia è piacevole e scorre senza intoppi, ma non mi ha particolamente coinvolto. Se ne avrò il tempo e la possibilità, leggerò gli altri capitoli della saga (… ma senza fretta!).

La trilogia del Silo: Wool – Shift – Dust di Hugh Howey

wpid-cover.jpg

In un fantastico e-box la trilogia del Silo che ha stregato i lettori di tutto il mondo. Wool ci porta all’interno del Silo. Shift ci racconta la storia della sua costruzione. Dust è la cronaca della sua rovina.

WOOL
Cosa faresti se il mondo fuori fosse letale e l’aria che respiri potesse uccidere? Se vivessi in un luogo dove ogni nascita richiede una morte e le tue scelte possono salvare vite o distruggerle? Questo è il mondo di Wool. In un futuro apocalittico, in un paesaggio devastato e tossico, una comunità sopravvive rinchiusa in un gigantesco silo sotterraneo. Lì, uomini e donne vivono prigionieri in una società piena di regole che dovrebbero servire a proteggerli. Il rispetto delle leggi è affidato allo sceriffo Holston, un uomo lucido e malinconico che vive nel ricordo della moglie scomparsa. Dopo anni di servizio integerrimo, un giorno, a sorpresa, rompe inaspettatamente il più grande di tutti tabù e chiede di uscire, di andare fuori, incontro alla morte. La sua fatidica decisione scatena una serie di terribili eventi. A sostituirlo è nominato un candidato improbabile, un tecnico specializzato del reparto macchine: Juliette. Ora che il silo è affidato a lei, imparerà presto a sue spese quanto il suo mondo è malato.

SHIFT
Claustrofobico e inquietante, Shift si immerge sempre più nelle profondità dei silos, guidandoci fino alle loro origini. In un susseguirsi di rivelazioni, le domande di Wool trovano qui una risposta. O meglio, una delle tante possibili. In attesa di Dust, capitolo conclusivo dello straordinario mondo creato da Hugh Howey.

DUST
Cosa faresti se il destino di tutte le persone che ami fosse nelle tue mani? Se le tue scelte potessero salvare o condannare a morte l’umanità intera? La storia del Silo finisce così, con il ritorno alla polvere. Dust, polvere: quella che cade sugli operai del reparto meccanica mentre scavano un passaggio tra un silo e l’altro. Quella che ricopre una misteriosa macchina, abbandonata durante la costruzione dell’intera struttura. Quella che si accumula all’esterno, sotto un cielo reso feroce dall’aria tossica. In un mondo asfittico, basato su segreti e bugie, qualcuno ha scoperto la verità. E ha intenzione di raccontarla.

Ho avuto la possibilità di leggere un lungo estratto del primo capitolo di questa trilogia claustrofobica e non sono riuscita, a distanza di settimane, a togliermela dalla testa! Quindi è nella mia Wish List e spero tra le mie future recensioni!

Se potessi elencare tutte le trilogie lette e da leggere, questo post non finirebbe più. Per ora mi fermo qui e vi auguro buona lettura, qualsiasi essa sia!

A presto,

Raminga

 

Presentazione: FLAMEFROST Due cuori in gioco di Virginia Rainbow

Cari Amici Lettori, voglio inaugurare lo spazio dedicato agli autori emergenti in compagnia di Virginia Rainbow, autrice del primo volume della trilogia Flamefrost Due cuori in gioco.

 

download (2)Titolo: “FLAMEFROST Due cuori in gioco”

Autrice: Virginia Rainbow 

Editore: autopubblicato con la Youcanprint

Data di uscita: giugno 2014

Pagine: 356 pagine

  Prezzo: euro 16,90

 

Gli abitanti del pianeta Luxor, guidati dal re Thor sono scampati alla distruzione del loro mondo e vagano nello spazio alla ricerca di una nuova terra. I principi alieni Nardos e Gered vengono incaricati di compiere una missione misteriosa sul pianeta Terra. È in questo contesto che si inserisce il rapporto particolare tra Gered e una ragazza terrestre, Sarah, che abita in un paesino delle montagne valdostane. Gered cerca di avvicinarla in tutti i modi, usando i poteri straordinari di cui dispone, ma lei rifiuta qualsiasi tipo di relazione, nonostante si senta molto attratta da lui. Un mistero aleggia su tutta la storia e verso la fine cominciano a scoprirsi alcuni tasselli. In cosa consiste la missione dei principi? Chi sono le “soggiogate”? In un intreccio via via più articolato, si delinea la delicata psicologia dei personaggi, che si cercano e si respingono, si incontrano e si allontanano, mentre la società aliena, che fa da sfondo alla storia, prende sempre più piede con le sue regole e i suoi riti peculiari. Un mix di contrasti, dolcezza, passione e mistero, che tiene incollato il lettore alla pagina riga dopo riga in un ritmo intenso e coinvolgente.

 

Virginia Rainbow è un’autrice che scrive fin da bambina, creando storie piene di immaginazione e sentimento. Ora passa il suo tempo tra il lavoro e la sua passione per la scrittura. Adora leggere, fare passeggiate in montagna e guardare i cartoni della Walt Disney. Il suo romanzo di esordio è “The black mask”.

Siti dove è possibile acquistare questo romanzo e il secondo volume della trilogia :

Youcanprint.it

Ibs

Amazon

e altri siti online

Pagina Facebook Fan: www.facebook.com/pages/I-romanzi-di-Virginia-Rainbow/742792235778674

Pagina Profilo Autore: www.facebook.com/lamascheranera.romanzo

Per informazioni riguardo l’e-book ed eventuali sconti, CONTATTARE  DIRETTAMENTE L’AUTRICE alla mailvirgy72@aliceposta.it o alla chat del suo profilo autore.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: